Author page: Paolo Tuttotroppo

Perché crediamo agli oroscopi?

L’Astrologia è una delle credenze più diffuse, conosciute e praticate al giorno d’oggi; ma perché crediamo agli oroscopi? Nell’articolo di oggi vorrei cercare di approfondire il tema e smontare l’Astrologia col metodo scientifico; in particolare, intendo spiegare cos’è l’astrologia e perché ci crediamo. Si tratta infatti di una credenza completamente senza senso, priva di alcuna validità scientifica e di qualsivoglia riscontro probatorio,…

Perché pensiamo che tutto accada per un motivo?

Avete notato che pensiamo spesso che tutto accada per un motivo? La scorsa settimana ho anticipato il tema dello schemismo, quale sistema di cui la natura ci ha dotato per interpretare la realtà attraverso l’intuito. Una particolare forma di schemismo, di cui è importante parlare perché incide soprattutto sulle credenze e sui complotti in generale, è il cosiddetto “intenzionismo”, ossia “la tendenza…

I totalitarismi e la propaganda

Parte III di VIII (Parte I / Parte II) Il secondo esempio storico di condizionamento delle masse è fornito da i totalitarismi e la propaganda; come visto negli articoli precedenti, la manipolazione dell’opinione pubblica è un dato coessenziale della democrazia. Può dunque apparire strano che, nell’illustrare i difetti dei sistemi democratici, mi ritrovi a parlare di dittature totalitarie. Eppure non si tratta…

Perché il cervello lavora per associazioni di idee?

Avrete sicuramente sentito spesso dire che il cervello lavora per associazioni di idee. Infatti, le distorsioni cognitive che abbiamo analizzato negli articoli precedenti di questa sezione non sono altro che sistemi che il nostro cervello utilizza per aiutarsi ad interpretare, catalogare e prevedere gli eventi e i fenomeni cui assiste. Le associazioni di idee di cui si sente parlare sono proprio le…

Il pregiudizio e il metodo scientifico

Pregiudizi e bias cognitivi Oltre ai vari bias cognitivi (ed anzi a corollario di molti di essi) il principale problema dell’approccio cognitivo, per la sua capacità di ingannare il raziocinio e lo stesso metodo scientifico, è il pregiudizio. Esso incide in maniera irrimediabile sulle nostre percezioni e le nostre analisi della realtà; soprattutto, agisce senza che nessuno di chi ne è affetto…

Manipolazione dell’opinione pubblica: come la politica orienta i consensi

Parte I di VIII Scopo di questa nuova rubrica è quello di parlare di manipolazione dell’opinione pubblica, ossia di come la politica orienti i consensi sui temi sociali di interesse, sfruttando proprio i bias cognitivi di cui abbiamo ampiamente parlato in questi mesi. L’importanza delle problematiche legate alle varie distorsioni cognitive (dall’analfabetismo funzionale all’effetto Dunning-Kruger fino ai bias cognitivi) ma anche all’alterazione tra…

Atene e la demagogia

Parte II di VIII (Parte I) Inizieremo questa rubrica trattando Atene e la demagogia perché, per molti il problema della manipolazione della coscienza delle masse è una questione relativamente recente, risalente al più alla prima metà del secolo scorso in coincidenza con l’avvento dei totalitarismi. In effetti, soprattutto il totalitarismo ha fatto largo uso del condizionamento delle masse, sfruttando i nuovi sistemi…

L’intuito non è capace di fare calcoli probabilistici

Come se la cava il nostro cervello con le leggi della probabilità? Malissimo. Infatti, l’intuito non è capace di fare calcoli probabilistici e spesso giunge a conclusioni completamente errate sulla stima delle probabilità di un evento. Un capitolo intero del libro di Kahneman (Pensieri lenti e veloci) è finalizzato a dimostrare come il nostro intuito non sia assolutamente capace di fare calcoli…

I complotti globali hanno troppi errori

Parte V di VI (Parte I / Parte II / Parte III / Parte IV) Eccoci con il quinto argomento della logica dei troppi sul perchè i complotti globali non esistono. Come dimostrato negli articoli precedenti, i complotti a pretesa globale coinvolgono necessariamente centinaia di migliaia, se non milioni di persone. Abbiamo già visto le problematiche connesse con la necessità di corrompere…

I complotti globali sono troppo complessi

Parte VI di VI (Parte I / Parte II / Parte III / Parte IV / Parte V) L’ultimo aspetto della “logica dei troppi” tocca l’ennesima incongruenza logica: i complotti globali sono troppo complessi. Si tratta infatti sempre di congiure estremamente complesse e irrealizzabili, che spesso non garantiscono affatto un risultato positivo rispetto all’obiettivo che dovrebbero raggiungere e che anzi potrebbero essere…